Liberilibri Editrice | La resa dell’usignolo
1776
product-template-default,single,single-product,postid-1776,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Giancarlo Liuti

La resa dell’usignolo

 

Giancarlo Liuti

pagine 180

isbn 978-88-95481-98-2

prima edizione 2012

 

13,00 11,05

-15%

Collana:

DESCRIZIONE

La bellezza giace nuda, ha le formiche negli occhi e il corpo avvelenato.
Tutto è ignoto – vittima, movente, omicida – come ignoto è il cammino che dovrà compiere Michele, un uomo di scienza e di tecnica che fino alla scoperta apparentemente casuale del cadavere vive «una vita sferica, priva di spigoli, scivolante, senza scosse, ogni oggi verso ogni domani»; egli si troverà a cercare la verità assoluta guidato da un usignolo (reale o immaginato?) in un mondo dove giocano a rincorrersi scienza e magia, il terrestre e il celeste e dove ciò che inizialmente appare dominio del raziocinio si sgretola di fronte a un indefinito nulla.
Un racconto poetico e psico-onirico, sospeso, che vuole essere metafora di un’epoca priva di stelle polari.