Liberilibri Editrice | Cato’s Letters. Antologia
956
product-template-default,single,single-product,postid-956,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Cato’s Letters. Antologia

 

John Trenchard, Thomas Gordon

a cura di Carlo Lottieri

traduzione di Carlo Lottieri, Guglielmo Piombini, Nicola Iannello

pagine L-100

isbn 88-85140-30-0

prima edizione 1997

 

12,39

DESCRIZIONE

Le Cato’s Letters (1720-1725) di John Tren­chard e Thomas Gordon furono il testo più diffuso e più letto fra i coloni americani di ogni strato sociale e costituirono il breviario laico delle libertà politiche, economiche, re­li­giose, irrinunciabili per i cittadini della Nuova America. Nel loro costante richiamo alla assoluta ne­cessità di porre rigorosi limiti al potere di ogni governo, i rivoluzionari americani rinvennero persuasivi argomenti storico-filosofici per legittimare la rivolta contro gli ar­bitrî della madrepatria, contro la sua tirannia fiscale, la violazione delle libertà individuali, la coscrizione obbligatoria e permanente, la censura sulla stampa. Può sicuramente affermarsi che alla vastis­sima circolazione di questa opera devono mol­to la forte co­scien­za civile e la sempreviva componente liber­taria dell’animo americano. Dalle Cato’s Letters, che rappresentano il trait d’union fra la tradizione politica di Al­gernon Sidney, John Locke, il radicalismo whig e il libertarismo della Dichiarazione d’In­­di­pendenza, ha tratto decisiva ispirazione quella corrente intel­let­tua­­le libertarian che va sempre più af­fer­man­dosi nel contesto in­ternazionale degli ultimi de­cenni.