Semplicemente liberale di Antonio Martino | Liberilibri Editrice
983
product-template-default,single,single-product,postid-983,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Antonio Martino

Semplicemente liberale

Ogni società fondata sullo statalismo è dispotica. Le politiche stataliste falliscono per ragioni etico-filosofiche più che tecnico-economiche.

 

Antonio Martino

pagine 204

isbn 88-85140-60-2

prima edizione 2004

ristampa 2004

LIBRO DISPONIBILE IN FORMATO ELETTRONICO SU:

www.bookrepublic.it

www.amazon.it

 

14,00 11,90

-15%

DESCRIZIONE

Il fallimento delle politiche stataliste è do­vuto a ra­gioni non solo tecnico-economiche, ma ancor prima etiche e filosofiche. Ogni società fondata sullo statalismo, sia esso marxi­sta, fascista, democratico, è destinata a rovinare per il semplice fatto che è in sé dispotica, in quanto assegna ad una oligarchia il potere di imporre regole di vita, sul presupposto che gli individui siano incapaci di badare a se stessi: di qui la pretesa di proteggerli e di soccorrerli con la costrizione! E se è vero che oggi un po’ tutti si procla­mano “liberali”, è altrettanto vero che molti sono in realtà dei liberali-statalisti: il che vuol dire “illiberali”.

Antonio Martino – che non ha abdicato alla propria autonomia di pensiero pur nel­l’esercizio di incarichi di governo – in questo suo Semplicemente liberale, con la lucidità dell’economista e con la finesse del fi­lo­sofo morale, ci rende chiaro come la persistente men­talità statal-assistenzialista stia realizzando, “per il nostro bene”, una progressiva erosione delle no­stre libertà.