Scetticismo e libertà. Una difesa moderna del liberalismo classico di Richard A. Epstein | Liberilibri Editrice
1095
product-template-default,single,single-product,postid-1095,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Richard A. Epstein

Scetticismo e libertà. Una difesa moderna del liberalismo classico

Un’analisi che misura il discrimine tra una visione statalistico-coercitiva e quella liberale-contrattualistica della vita associata

 

Richard A. Epstein

traduzione di Carmen Lucia Sidoti

pagine 512

isbn 978-88-95481-60-9

prima edizione 2011

 

24,00 20,40

-15%

DESCRIZIONE

Nell’esaminare i presupposti e le varie configurazioni possibili di una società liberale, Epstein accompagna il suo iter argo­men­­ta­tivo con una ricca documentazione giu­ri­spru­­denziale di casi che han­no mar­cato gli orientamenti etici e politici su temi fondamentali: diritti di proprietà, controllo dei prezzi, famiglia, tutela delle minoranze, sa­lute, sicurezza dei prodotti, in­qui­na­men­to …, dai qua­li si misura il discrimine tra una vi­­sio­ne statalistico-coercitiva e quel­­la li­be­rale-con­trat­tualistica della vita associata.

Da questi confronti l’Autore, proprio te­nendo conto del necessario scetticismo sulla razionalità delle scelte individuali e su ogni assunto filosofico a priori, trae conferma che una società sarà più prospera, più giusta, più felice, quanto più estese saranno le aree affidate alla libera contrattazione fra individui, e quanto mi­nore sarà l’intrusione dello Stato negli affari dei cittadini.