Miracolo e Suicidio dell'Occidente di Jonah Goldberg | Liberilibri Editrice
20112
product-template-default,single,single-product,postid-20112,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Jonah Goldberg

Miracolo e Suicidio dell’Occidente

Come la rinascita di tribalismo, populismo, nazionalismo e politica dell’identità sta distruggendo la democrazia liberale

 

Jonah Goldberg

Traduzione di Sabina Addamiano

Prefazione di Armando Massarenti

pagine 420

isbn 978-88-98094-61-5

prima edizione 2019

 

24,00 20,40

-15%

Collana:

DESCRIZIONE

Fino a pochi secoli fa gli uomini vivevano in condizioni miserabili, in balìa delle forze devastanti della natura, della superstizione e dell’arbitrio dei governanti. Poi, quasi all’improvviso, qualcosa è cambiato e, da una condizione umana rimasta più o meno sempre identica a se stessa per secoli, in Occidente è fiorito uno sviluppo così profondo e ampio da potersi definire Miracolo.
Attraverso un excursus storico, filosofico e culturale, Jonah Goldberg ci conduce alle radici di questo feno­meno che ha dato vita alla nostra contemporaneità, ne mostra l’evoluzione, il successo straordinario e i principî ideali che lo hanno nutrito: la fiducia nel­l’individuo, la tutela della sua libertà e dei suoi diritti inalienabili, l’uguaglianza davanti alla legge, la libera iniziativa e il libero mercato.
Il Miracolo rischia però ora di autodistruggersi. Un Occidente disorientato ed esausto tende a suicidarsi, impaurito da crisi connaturate a quello stesso sviluppo, e finisce per diventare vittima di processi reattivi come populismo, nazionalismo di ritorno e tribalismo.