Lo spirito di conquista e l’usurpazione di Benjamin Constant | Liberilibri Editrice
1061
product-template-default,single,single-product,postid-1061,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Benjamin Constant

Lo spirito di conquista e l’usurpazione

Forse il più enigmatico degli scritti politici di Constant e allo stesso modo il più attuale per l’Europa di oggi

 

Benjamin Constant

traduzione di Carla Maggiori

introduzione di Mauro Barberis e Giovanni Paoletti

pagine XXXVI-212

isbn 978-88-95481-33-3

prima edizione 2009

 

17,00 14,45

-15%

DESCRIZIONE

«Commercio e guerra, uso politico della re­ligione, libertà dei moderni e personalizzazione del potere: questi alcuni dei temi, che più attuali non si saprebbe immaginare, di Lo spirito di conquista e l’usurpazione nei loro rapporti con la ci­viltà europea [1813], forse il più enigmatico degli scritti poli­tici di Benjamin Constant … Si tratta dunque di un’ope­ra di con­fine, fra due epoche e due culture, e come se non bastasse di un libro eu­ropeo, che sin dal titolo si rivolge al­­l’Eu­ropa intera.»

(Dall’Introduzione di Mauro Barberis e Gio­van­ni Paoletti)