La grande bugia verde di Nicola Porro | Liberilibri Editrice
22830
product-template-default,single,single-product,postid-22830,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Nicola Porro

La grande bugia verde

Gli scienziati smontano, con dati reali, i dogmi dell’allarmismo climatico

 

 

DATA DI USCITA E SPEDIZIONE: 5 GIUGNO 2024

 

pagine 252

isbn 979-12-80447-44-9

prima edizione 2024

19,00 18,05

-5%

Collana:

DESCRIZIONE

LiberiLibri LiberiLibri

I ghiacci artici si stanno riducendo? Falso. Il numero dei morti a causa dei disastri naturali è in crescita? Falso. I dati indicano un aumento dei fenomeni estremi? Falso. Le previsioni annunciano una qualche catastrofe planetaria nel prossimo futuro? Falso. Alla base di queste idee errate, e molto diffuse, vi è un utilizzo arbitrario e strumentale della scienza da parte della propaganda green, che punta il dito contro l’uomo occidentale e il suo modello di sviluppo, presunti colpevoli del cambiamento climatico.
Nicola Porro raccoglie le ricerche di alcuni autorevoli specialisti (fisici, geologi, climatologi, meteorologi ma anche economisti e ingegneri) mostrando che non c’è alcun unanimismo tra gli esperti attorno al cambiamento climatico, soprattutto sul ruolo e sul­l’influenza del­l’uomo.
Da protagonista della comunicazione, l’autore sotto­linea che la questione è ormai passata nelle mani dei media rendendo impossibile combattere, con metodo scientifico, una narrazione che si è imposta da un lato come una sorta di fede ecologista, e dal­l’altro come il maggiore interesse economico e politico del nostro tempo: il green.
Questo libro era atteso perché dà finalmente voce a quegli scienziati, e ai loro studi, troppo spesso silenziati in un dibattito pubblico dominato da un’opinione unica che, invece di ragionare sui dati, pretende un consenso totale che ha a che fare più con i dogmi religiosi che non con la realtà dei fatti.