Il liberalismo nell’età dei conflitti - Liberilibri Editrice
1053
product-template-default,single,single-product,postid-1053,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Pierluigi BarrottaSebastiano Bavetta

Il liberalismo nell’età dei conflitti

Una soluzione liberale per risolvere i conflitti morali, sociali ed economici del mondo occidentale

 

Pierluigi Barrotta, Sebastiano Bavetta

pagine 168

isbn 978-88-95481-27-2

prima edizione 2008

 

15,00 12,75

-15%

DESCRIZIONE

Il mondo occidentale è percorso da due grandi generi di conflitto: il primo ri­guarda la sfera dei valori, il secondo quella degli interessi.

Si tratta di conflitti che il liberalismo ha difficoltà ad affrontare, nono­stante esso ve­da nella competizione di idee e nella con­cor­renza di interessi le forze mo­trici del progresso. Oggi, infatti, queste aspre tensioni coinvolgono le stesse regole della democrazia liberale. Ne sono sovente drammatico esempio le so­cietà multiculturali, la ricerca scien­tifica e i processi di globalizzazione. Gli Autori, introducendo una sfera della politica non necessariamente statuale, disegnano una forma di liberalismo con­ser­va­­tore che a una società nutrita di un saldo spirito civico affianca uno Stato il cui compito, oltre alla difesa dei diritti di proprietà, è garan­tire ai cittadini la possibilità di ri­­solvere con maggiore auto­nomia i conflitti.