I vizi non sono crimini di Lysander Spooner | Liberilibri Editrice
961
product-template-default,single,single-product,postid-961,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Lysander Spooner

I vizi non sono crimini

I piaceri come reato, contro uno Stato giudice, sbirro, prete, medico, precettore e balia che pretende di decidere ogni dettaglio della vita di un uomo.

 

di Lysander Spooner

Vices Are Not Crimes

Natural Law 

No Treason 

traduzione di Cristina Ruffini

prefazione di Angelo M. Petroni

pagine XX-154

isbn 88-85140-33-5

prima edizione 1998

ristampa 2015

 

14,46 12,29

-15%

DESCRIZIONE

Può dirsi vita degna di un uomo quella in cui è lo Stato, cioè un ristretto gruppo di altri uomini, a deci­der­ne ogni minimo dettaglio, e a sindacare su di es­so?  Lo Stato, oltreché giudice e sbirro, si fa sempre più anche prete, medico, precettore, balia. Quelli che ti­ran­nie confessionali del passato condannavano come “peccati”, le democrazie laiche puniscono oggi come “crimini”.

Vices Are Not Crimes è la denunzia lucida e accorata di questo aspetto aberrante delle democrazie.

In Natural Law viene rappresentato, con un rigore radicale di cui si è persa memoria, il desolante paesaggio della legislazione come frode e come antitesi della giustizia naturale.

Con No Treason Spooner sviluppa una critica devastante della superstiziosa credenza nella natura vin­co­lante della Costituzione ame­­ricana, e di ogni Car­ta costituzionale.

Come può, infatti, una Costituzione, cioè un contratto sottoscritto da una cricca di le­gulei al soldo di lobbies politico-economiche che hanno usurpato il titolo di rappresentanti del popolo, vincolare anche coloro che non sottoscrissero quell’atto, e addirittura vincolare generazioni future? Questi scritti di Spooner costituiscono la quin­tessenza del pensiero da cui è germogliata la pianta, rigogliosa nel mondo, stentata nel nostro Paese, dei movimenti libertari.