Echi. Sedici incisioni di Giuseppe Mainini | Liberilibri Editrice
1899
product-template-default,single,single-product,postid-1899,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Giuseppe Mainini

Echi. Sedici incisioni

 

Giuseppe Mainini

Con rime vaganti di Anna Maria Tamburri

Prefazione di Giuseppe Appella

pagine 60

isbn 978-88-85140-89-0

prima edizione 2006

 

10,00 8,50

-15%

Collana:

DESCRIZIONE

…È la nervatura dell’acquaforte, è l’esplorazione che Mainini vi compie di lastra in lastra, a stabilire l’opposizione di nero e di bianco in quell’armonioso digradare di sagome che accompagnano la sobria descrizione architettonica.
Questa, complice il progressivo dolce attenuarsi della luce, si spoglia della tentazione di cercare il centro dell’acquaforte su cui concentrare la tensione trasmessa dalla tecnica, rapida e compatta nel consentire una precisa dosatura dei valori. Riassunti, abitualmente, in neri felpati, elaborati in tessiture orchestrate con un virtuosismo mai esibito e perciò carico di suggestione. Che altro non è se non la serenità dell’incisore fedele alle proprie convinzioni, incurante del dramma comune a tanti artisti del suo tempo, costantemente alla ricerca del nuovo, di un clima che scacci l’ombra transitoria dell’eclissi.

(Da Mainini e il linguaggio dell’incisione di Giuseppe Appella)