Di libertà l’amore. La carrozza di Giacomo di Carlo Ferrucci | Liberilibri Editrice
1842
product-template-default,single,single-product,postid-1842,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Carlo Ferrucci

Di libertà l’amore. La carrozza di Giacomo

Due ricostruzioni della vita di Leopardi, teatrale e cinematografica, legate dai versi del poeta dodicenne, il primo segnale della sua aspirazione a una vita libera, a un pensiero aperto e coraggioso.

 

Carlo Ferrucci

prefazione di Mario Luzi

pagine X-92

isbn 88-85140-29-7

prima edizione 1997

 

11,36 9,66

-15%

Collana:

DESCRIZIONE

I versi «Di libertà l’amore / regna in un giovin core», scritti da Giacomo Leopardi nel 1810, a soli dodici anni, sono il primo segnale della sua aspirazione a una vita libera e piena e a un pensiero aperto e coraggioso. Essi formano il filo conduttore della prima di queste due ricostruzioni creative della sua vita: una ricostruzione teatrale, a più voci, come molteplici sono stati gli antagonisti con cui il desiderio leopardiano di libertà ha dovuto misurarsi.
Il secondo testo, La carrozza di Giacomo, ripropone lo stesso tema in chiave cinematografica, avvalendosi del linguaggio delle immagini per dare inoltre speciale risalto al più intimo e drammatico, forse, dei conflitti sofferti da Leopardi: quello tra riflessione e sentimento, coscienza e spontaneità, libri e vita.