Antonio e la lucertola di Silvia Cecchi | Liberilibri Editrice
21337
product-template-default,single,single-product,postid-21337,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
Sconto
Silvia Cecchi

Antonio e la lucertola

Dal paradigma imputatocentrico al paradigma offesocentrico

 

 

postfazione di Rosario Salamone

pagine 132

isbn 978-88-98094-80-6

prima edizione 2021

 

13,00 12,35

-5%

DESCRIZIONE

LiberiLibri LiberiLibri

L’incontro occasionale con un detenuto di lungo corso offre a un magistrato l’occasione di passare da considerazioni generali sul sistema carcerario a osservazioni declinate su casi concreti.
Punto focale dello scritto è la necessità di approfondire la logica che informa, tuttora, tanto l’impianto sanzionatorio quanto l’interpretazione e l’applicazione delle norme penali. Al paradigma imputatocentrico viene contrapposto, in coerenza col diritto penale del fatto e dell’offesa previsto dalla Costi­tuzione,  il paradigma offesocentrico. Tale rotazione prospettica apporterebbe importanti beneficî, utili sia a chiarire la ragion d’essere e il limite teorico- pratico generale della penalità, in un sistema liberal-democratico, sia a interpretare in concreto le sue norme, sia infine a individuare le sanzioni più appropriate ed efficaci.
Silvia Cecchi intende richiamare l’attenzione su temi usciti già da qualche anno fuori dalla ristretta cerchia di studiosi e magistrati, offrendo questo “nuovo” paradigma interpretativo alla trattazione dei problemi più delicati della penalità contemporanea.