Vischer, Melchior - Liberilibri Editrice
1805
page-template-default,page,page-id-1805,page-child,parent-pageid-13,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Melchior Vischer


 

(Tepliz-Boemia 1895-Berlino Ovest 1975) Compie i primi studi nella sua città natale e poi a Praga. Partecipa alla Grande guerra nell’imperialregio esercito. Ferito, si stabilisce a Praga prima della fine del conflitto, dove frequenta corsi di filosofia, germanistica e matematica. Nel 1920 pubblica la sua prima opera Sekunde durch Hirn, considerata il primo romanzo dadaista tedesco.

Durante il periodo praghese si dedica al giornalismo e al teatro come regista e scrivendo propri testi. Alla fine degli anni Venti si trasferisce a Berlino e nel 1951 ottiene la cittadinanza tedesca.
Tra le sue opere ricordiamo: Der Teemeister (1922), definita da Ernst Weiss la «più incantevole leggenda d’Oriente mai concepita in Occidente», Fußballspieler und Indianer (1926), e il corposo studio biografico Jan Hus. Sein Leben und seine Zeit (1940).

Di Melchior Vischer, Liberilibri ha pubblicato La lepre (collana «Narrativa», 2007).