Liberilibri Editrice | Scarabicchi, Francesco
1927
page-template-default,page,page-id-1927,page-child,parent-pageid-13,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,columns-4,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Scarabicchi, Francesco


 

È nato ad Ancona, dove vive, nel 1951. Ha pubblicato, in versi, La porta murata (Residenza, Ancona 1982), con introduzione di Francesco Scataglini, Il viale d’inverno (L’obliquo, Brescia 1989), con postfazione di Massimo Raffaeli, Il prato bianco (L’obliquo, Brescia 1997) raccolti, in scelta, ne Il cancello 1980-1999 (peQuod, Ancona 2001), con una nota di Pier Vincenzo Mengaldo; Frammenti dei dodici mesi con quattordici fotografie di Giorgio Cutini e uno scritto di Goffredo Fofi (L’obliquo, Brescia 2010); Nevicata con venticinque acqueforti di Nicola Montanari (Liberilibri, Macerata 2013). Ha tradotto da Machado e da Lorca raccogliendo una selezione ne Gli istanti feriti (Università degli Studi, Ancona 2000) e in Taccuino spagnolo (L’obliquo, Brescia 2000).

Si occupa da sempre di arti figurative. Una scelta delle sue Cronache d’arte 1974-2006 in L’attimo terrestre (Affinità elettive, Ancona 2006). Ha ideato e dirige, dal 2002, il periodico di scritture, immagini e voci nostro lunedì. Per Donzelli, nella collezione di poesia, ha pubblicato L’esperienza della neve (2003) e L’ora felice (2010). Per Liberilibri ha pubblicato nel 2013, con ogni mio saper e diligentia. Stanze per Lorenzo Lotto; e Nevicata (con Nicola Montanari); nel 2010 ha curato il libro di Fabian Negrin La via dell’acqua.