Privacy Distribuzione Carrello Ordini Contatti Home page Profilo Notizie Appuntamenti Liberifogli
Linea
Copertina Hans-Hermann Hoppe
Democrazia: il dio che ha fallito

TRADUZIONE DI ALBERTO MINGARDI

PREFAZIONE DI RAIMONDO CUBEDDU

 

Prima edizione: 2006

Seconda edizione: settembre 2006

 

PAGINE XXIV - 464 EURO 19,00
ISBN 978-88-85140-77-6

Il nòcciolo di questo libro è un'analisi rigorosa del senso economico-politico della transizione da monarchia a democrazia avvenuta in Occidente.
Nell'evidenziare i gravi inconvenienti - per la libertà e la felicità dell'individuo - dei due sistemi, l'Autore conclude che la monarchia è un male minore rispetto alla democrazia, ma che entrambe sono peggiori di un ordine naturale fondato sulla proprietà privata, sulla autonomia negoziale e sull'abolizione dei monopolî della difesa e della giurisdizione.
Attraverso una puntuale rassegna di deficienze, assurdità ed errori delle politiche socialdemocratiche, demolisce la fede del pensiero liberale classico nella possibilità di un governo limitato, e disegna una convergenza fra conservatorismo e libertarismo come naturali alleati per un obiettivo comune: la frantumazione degli Stati nazionali. Traguardo che potrà raggiungersi con un processo di secessioni a catena verso una moltitudine di Regioni e Città-Stato disseminate nel continente europeo e americano.

Hans-Hermann Hoppe (Peine, Germania 1949)

Ha studiato filosofia, sociologia, storia ed economia all'Universitat des Saarlandes di Saarbrucken, alla Goethe Universitat di Francoforte e alla University of Michigan, Ann Arbor.
Ha insegnato in varie università tedesche e alla Johns Hopkins University di Bologna. Nel 1986, si trasferisce negli Stati Uniti per approfondire le sue ricerche sotto la guida di Murray N. Rothbard, a cui è succeduto nella cattedra di economia presso la University of Nevada nel 1995, anno della morte del grande economista.
Distinguished Fellow del Ludwig von Mises Institute, fino al dicembre 2004 è stato direttore del Journal of Libertarian Studies.

Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo Handeln und Erkennen (1976); Kritik der kausalwissenschaftlichen Sozialforschung (1983); Eigentum, Anarchie und Staat (1987); A Theory of Socialism and Capitalism (1989); Government and the Private Production of Defense (2003).

« Torna alla pagina precedente
Aggiungi al carrello     Aggiungi al carrello