Privacy Distribuzione Carrello Ordini Contatti Home page Profilo Notizie Appuntamenti Liberifogli
Linea
Copertina Kenneth Minogue
La mente liberal

TRADUZIONE DI REBECCA O'DOHERTY

 

Anno di pubblicazione: 2011

Seconda ristampa: 2014

 

PAGINE 288 EURO 18,00
ISBN 978-88-95481-62-3

Una Montagna di Libri, Cortina d’Ampezzo, 13 agosto 2011

Guarda la presentazione con Kenneth Minogue e Alberto Mingardi

 

 

Questo saggio, pubblicato la prima volta nel 1963 a Londra, e poi in America nel 2001, resta una delle più acute analisi della deriva del liberalismo classico verso un utopismo welfaristico compassionevole e statalista. Una forma di liberalismo, quello liberal, che consegnando ai governi sempre più poteri ha finito per produrre una società fatta di individui sempre meno responsabili e meno liberi, o, per dirlo con le parole che Kenneth Minogue usa nella sua prefazione a questa prima edizione italiana, the liberal mind “è una una forma di idealismo sentimentale che incoraggia la dipendenza dal governo e promuove l’autocommiserazione e l’obbedienza, piuttosto che virtù come la fiducia in se stessi”.

Kenneth Minogue (1930-2013)

Nato in Nuova Zelanda, è professore emerito di Scienze politiche alla London School of Economics. Ha insegnato nei maggiori istituti di ricerca e università del mondo.
È presidente della Mont Pelerin Society. Tra le sue numerose opere ricordiamo: Nationalism (1967); Alien Powers: The Pure Theory of Ideology (1985); Politics: A Very Short Introduction (1995); The Servile Mind: How Democracy Erodes the Moral Life (2010).

« Torna alla pagina precedente
Aggiungi al carrello     Aggiungi al carrello