Privacy Distribuzione Carrello Ordini Contatti Home page Profilo Notizie Appuntamenti Liberifogli
Linea
Copertina Helmut Schoeck
L'invidia e la società

TRADUZIONE DI ALDO AUDISIO

INTRODUZIONE DI QUIRINO PRINCIPE

 

Prima edizione: 2006

Ristampa: dicembre 2009

 

PAGINE XXII - 382 EURO 17,00
ISBN 978-88-85140-78-3

Quello dell'invidia è un tema di per sé fastidioso. Ma assai più sgradevole è il sospetto che la nobile aspirazione umana all'eguaglianza - la quale è un tratto fondamentale del messaggio cristiano, del pensiero democratico e di quello socialista - abbia le sue radici nell'ignobile sentimento dell'invidia. Un sospetto che ha sempre aleggiato nelle menti di studiosi di etica, sociologia e filosofia politica, ma anche nelle coscienze delle persone comuni.
E può esser questa la ragione per cui l'argomento invidia/società, specie negli ultimi due secoli, non ha avuto l'attenzione e l'approfondimento che meritava.
L'invidia e la società di Helmut Schoeck è tuttora, nella storia delle ricerche politico-sociologiche, il più completo e profondo studio mai realizzato in materia.

Helmut Schoeck (Graz 1922–Mainz 1993)

Ha studiato sociologia a Monaco e Tubinga. Dal 1950 al 1965 ha insegnato in alcune università americane. È stato poi professore e direttore dell'Istituto di sociologia dell'Università di Mainz.
Fra le sue numerose opere ricordiamo: Nietzsches Philosophie des "Menschlich-Allzumen-schlichen" (1948); Usa: Motive und Strukturen (1958); Was heisst politisch unmöglich? (1959); Die Soziologie und die Gesellschaften (1964); Der Neid. Eine Theorie der Gesellschaft (1966); Der Neid und die Gesellschaft (nuova edizione rielaborata del precedente, 1971); Geschich­te der Soziologie (1974); Umverteilung als Klassenkampf (1974); Das Recht auf Ungleichheit (1979); Die 12 Irrtümer unseres Jahrhunderts (1985).

« Torna alla pagina precedente
Aggiungi al carrello     Aggiungi al carrello