Privacy Distribuzione Carrello Ordini Contatti Home page Profilo Notizie Appuntamenti Liberifogli
Linea
Copertina Bruno Leoni
La libertà e la legge

TRADUZIONE DI MARIA CHIARA PIEVATOLO

INTRODUZIONE DI RAIMONDO CUBEDDU

Prima edizione: 1995

Quinta ristampa: 2010

 

PAGINE XXXVI - 222
ISBN 978-88-85140-19-6

La libertà individuale può essere compatibile con gli ordinamenti contemporanei incentrati sulla legislazione e quasi completamente identificati con essa?
Se linguaggio, moda, mercato, arti, scienze sono il prodotto della convergenza di azioni spontanee individuali, non dovrebbe anche il diritto, allo stesso modo, prodursi da una simile spontanea convergenza?
E ancora: la codificazione legislativa, come punto terminale di un processo in cui è sempre l'autorità di maggioranze dispotiche a imporsi, non finisce per risolversi in un congegno liberticida? E non è forse una sofisticata impostura la "democrazia rappresentativa"? Può dirsi società di uomini liberi quella in cui una qualsiasi oligarchia contingente di "legislatori" può a suo arbitrio render nulli negozi giuridici liberamente sottoscritti fra adulti sani di mente e consenzienti? Questi e altri "empi" interrogativi poneva nel 1961 Freedom and the Law, opera magistrale di Leoni, che tanta influenza eserciterà sulla scienza politica. Leoni, preconizzando il delirio demiurgico e la metastasi normativa che avrebbero devastato gli ordinamenti contemporanei, tratteggia una teoria generale del diritto che scongiuri i rischi a cui un potere legislativo privo di limiti espone la libertà individuale.

Bruno Leoni (1913-1967)

Allievo di Gioele Solari all'Università di Torino, insegnò Filosofia del diritto e Dottrina dello Stato all'Università di Pavia. Qui fondò e diresse la rivista «Il Politico».
Fu presidente della Mont Pèlerin Society, il club fondato da Friederich von Hayek per riunire studiosi di ispirazione liberale di diversi paesi.

A lungo dimenticato in Italia, all'estero Leoni è stato un punto di riferimento costante per gli autori impegnati nella costruzione del paradigma dell'analisi economica del diritto.

Nel 1995, è stata Liberilibri a tradurre in italiano il capolavoro di Bruno Leoni: La libertà e la legge. Presso i nostri tipi, è inoltre disponibile l'antologia Il diritto come pretesa (2004).

« Torna alla pagina precedente